mercoledì 24 ottobre 2012

Oktoberfest 2012


Siamo giunti alla terza edizione di uno dei più apprezzati eventi dell’anno!
Questa volta sono riuscito a portare in tavola una novità, se pur semplice e artigianale, atta a richiamare un po’ di atmosfera Bavarese...
Sono partito da questa immagine


(fonte Wikipedia®), l’ho riprodotta su Autocad, l’ho stampata su carta fotografica e poi l’ho ritagliata e incollata su una tavoletta di legno. Infine ho spruzzato una vernice spray trasparente lucida, per ottenere un oggetto simile a questo disegno.


Questi sottobicchieri "dopati" sono stati utili a sostenere gli immancabili Mass Krug, riempiti con HB oppure Paulaner Weiss o ancora Franziskaner Weiss.
Come ogni anno non sono riuscito a trovare Spaten, Löwenbräu, Augustiner e Hacker Pschorr... Un passo alla volta.
Quest'anno le aderenze sono state veramente elevate, ringrazio quindi per la presenza (in ordine alfabetico):
Alberto, Cristian, Davide, Elena, Luca, Maurizio, Paolo, Rafael, Roberta, Stefania e Tiziana.
Mi sto ancora chiedendo per quale strano motivo, Rafael (quasi 4 anni) non abbia partecipato attivamente alle bevute. Mah...
Più tardi ci ha raggiunto una famiglia, composta da (sempre in ordine alfabetico):
Fulvio, Jonata, Nicolas e Tatiana;
di cui il secondo e il terzo, nel ruolo di nipotini di Cristian, erano forniti di torte di compleanno!
Naturalmente il tutto a sua insaputa...
La serata è filata molto liscia, l'atmosfera era rafforzata da una minuziosa selezione di pezzi folk tedeschi (modestamente) tra cui spiccavano:
  1. "Het lala lied" degli "One Two Trio" votato come pezzo più orecchiabile;
  2. "Schaug hi, da liegt a toter fisch im wasser" degli "Hot Dogs" parodia in tedesco di "Funiculì, funiculà";
  3. "Happy birthday (German version)" in tedesco (oggetto della celebrazione del compleanno di Cristian);
  4. "German birthday song" tipica canzone folk tedesca (usata per festeggiare il compleanno di Elena).
Altri immancabili tradizionali come "Im München steht ein Hofbräuhaus", "Bayerischer defiliermarsch" e "Bier her!" fanno ormai parte del kit di sopravvivenza.

Alla fine della serata Paolo si è avvicinato alla consolle e ha riprodotto due pezzi "instrumental"; al secondo di essi, la moglie Roberta (vedi link nella lista degli amici) non ha potuto fare a meno di deliziarci con la sua splendida voce in una perfetta interpretazione di "I will always love you" dell'indimenticabile "Whitney Houston" dichiarando alla fine testuali parole:
< Scusate ma stasera non ce la faccio. >
Se ce l'avesse fatta, avremmo venduto 5 milioni di file mp3???

Al prossimo anno,
se non finisce il mondo prima...
Dj500