sabato 3 dicembre 2016

Non tutto il male vien per nuocere

Buonasera alla mia ristretta cerchia di lettori.
È tanto tempo che non scrivo più articoli, ma ciò non significa che mi sia passata la passione per la musica.

Lo straordinario lettore CD English Sir.Cambridge Audio D500 SE... ha smesso di sopportarmi!
La diagnosi tecnica è: convertitore DA mal funzionante e laser esausto.
Dal lato pratico, prima che legga correttamente un disco (es: Le migliori - Mina e Celentano 2016), bisogna inserirlo 5 o 6 volte e dopo un po' inizia a entrare un segnale di disturbo nella cassa destra.
Ho individuato il problema a fine agosto spostando i cavi e provando diversi ingressi dell'amplificatore e alla fine l'ho isolato al connettore destro della scheda del lettore.
Parlando con il negoziante di fiducia, vista l'irreparabilità del lettore, mi ha proposto il Marantz CD6006.
Siccome per me si tratta di scegliere un prodotto che dovrà durare almeno per i prossimi 10 anni (quello attuale ha suonato egregiamente per 13...), ho intenzione di valutare molto bene la situazione.
Per questo ho individuato due vie:
1: sostituire il lettore CD con un altro;
2: sostituire il lettore CD con un lettore HD-Audio (formato files FLAC, DSD) e un convertitore DA separato.
Ho già iniziato a spargere la voce tra i tecnici sul web, di cui cito i consigli ricevuti.

mail a TNT-Audio
commento post di MarcoB 

Come secondo, ma fondamentale passo c'è "L'imprescindibile prova di ascolto".
Inizierò dal "MediaWorld" di Genova, poi andrò a Milano presso "Buscemi Hi-fi" e a La Spezia presso "Hi-fi punto" (che dovrebbe essere l'ex "Cavallo Hi-fi").

La mia personalissima ricerca partirà da una serie di pezzi tratti da vari CD, dai quali mi aspetto alcune puntuali risposte all'ascolto:
  • CD: Queen - The platinum collectionEtichetta: Parlophone Anno: 2000CD1: Greatest hits I Traccia: Bohemian rapsody
    Al minuto 2:02 c'è un trillo che sia le cuffie BeyerDynamic DT1350 CC, ma soprattutto gli eccelsi monitor nearfield Genelec 8010A portano in evidenza nella parte bassa dell'immagine stereofonica.
  • CD: Vangelis - Reprise | Etichetta: EastWest Record | Anno: 1999 | Traccia: Dawn
    Al minuto 4:17 c'è una registrazione di suoni di città e una voce da un altoparlante in alto a sinistra dice qualcosa di incomprensibile, mi aspetto di vedere un'immagine ampia e una posizione molto definita. Quando ero a militare, passai il CD su musicassetta, lo misi nel Walkman Aiwa e lo ascoltai attraverso cuffie intraurali della stessa marca. Da quella volta diventò uno dei miei personali parametri di valutazione dell'immagine stereofonica.

  • CD: Lucio Dalla - Le origini | Etichetta: BMG Ricordi S.p.A. | Anno: 1996 | CD2 | Traccia: L'auto targata "TO"
    A
    l minuto 2:05 inizia a suonare una batteria che in profondità dovrebbe trovarsi dietro al cantante. Questo dettaglio non era mai affiorato prima dell'ascolto con le Genelec, attraverso le quali si ottiene un'esperienza di ascolto di tagliente precisione.
  • Ludwig Van Beethoven - Symphonie No.9 (Karajan GOLD)Etichetta: Deutsche GrammophonAnno: 1993Traccia: O freunde, nicht diese Töne! (Ode to Joy)
    La traccia 3 è registrata in DR19, un valore molto elevato nei CD audio, da questa registrazione mi aspetto molto! Chiudendo gli occhi devo distinguere tutta l'orchestra, le voci e i cori.
Trasferirò i dischi su formato digitale FLAC, Aac e Mp3 (questi ultimi in VBR) e mi porterò dietro una chiave USB per valutare entrambe le opzioni (dove e se possibile).

Rimando agli aggiornamenti dell'articolo in corso d'opera.

Buona vita, DJ500

⬇ ⬇ ⬇

AGGIORNAMENTO FASE 1:

Abbastanza deluso dal MediaWorld di Genova!
Fino a un po' di tempo fa era molto ben suddiviso, aveva la zona dell'home cinema che permetteva di concentrarsi sul prodotto, la zona audio hi-fi era separata da vetrine, con una poltrona e tutti i dispositivi collegati, bastava chiedere al personale e si potevano ascoltare le combinazioni di vari prodotti potendone valutare le differenze.
Ad oggi il magazzino è completamente aperto ("open space" mi pare che si dica), le TV occupano più del 50% dello stabile e sono disposte in modo che non permettono di soffermarsi su un singolo prodotto. Il reparto audio è limitato a un angolo in cui ci sono una diecina di dispositivi e qualche manciata di diffusori oltre ad uno scaffale in cui sono stipati i prodotti con le scatole sotto di loro.
Anche il reparto di vendita dei CD è ridotto all'osso.
Purtroppo quanto sopra è un chiaro segnale che prendersi tempo con calma per ascoltare della musica, non frega più niente a nessuno.

⬇ ⬇ ⬇

AGGIORNAMENTO FASE 1.1:

Risposta ed ulteriore domanda tramite mail al Direttore Lucio Cadeddu di TNT-Audio, una rivista online di riferimento per chi ha intenzione di seguire il magico mondo "Audiophile".
A breve, direi nel mese di gennaio, la gita a Milano da Buscemi hi-fi per la prova di ascolto dell'accoppiata dispositivo mobile + DAC oppure lettore CD.

⬇ ⬇ ⬇

AGGIORNAMENTO FASE 2:

Venerdì 20 gennaio ho preso una feria e, insieme ad un mio amico, siamo andati a Milano da Buscemi hi-fi. Dopo uno scambio di e-mails con il negozio dove spiegavo il mio problema, abbiamo fissato l'appuntamento per quel giorno.
Abbiamo fatto in modo di essere i primi clienti, avendo raggiunto il negozio poco dopo l'apertura mattutina.
Ero munito del (quasi defunto) lettore CD, le cuffie, la chiave USB con i files e i CD da cui ho tratto i files stessi.
L'assistenza ricevuta è stata senza eguali, non potevo davvero pretendere di più!
La prova di ascolto è stata eccezionale, ci sono state diverse fasi (dalle 10:15 alle 12:30):

  • dopo aver individuato il lettore Fiio X5 2° gen + la base Fiio K5 mi hanno concesso di ascoltare il dispositivo in cuffia per più di 20 minuti;
  • nel frattempo hanno preparato i collegamenti tra il Fiio K5 (base convertitore USB - Audio), un pre Naim Nac 152 XS Pre e un finale Naim Nap 155 XS.
  • Alla fine della prova in cuffia abbiamo inserito il lettore nella base, ma prima abbiamo salvato il file Flac di Lucio Dalla - L'auto targata "TO"sulla scheda micro SD.
  • Hanno collegato il vecchio Cambridge Audio D500 SE, ma non siamo riusciti a farlo suonare… Hanno persino provato a pulire il laser!
  • Infine si è deciso di collegare un Cambridge Audio Topaz CD10 (inferiore al D500 SE) ed inserire il disco di Lucio Dalla da cui avevo tratto il file. Da questo lettore è uscito un palcoscenico molto stretto con gli strumenti molto vicini.
  • I diffusori scelti sono stati i ProAC Studio 148 da pavimento.
  • Il venditore ha deciso di far suonare il lettore Naim CD 5 SI con lo stesso supporto, da cui si è sentito un palco molto ampio e ben separato.
  • Il file riprodotto dai prodotti Fiio aveva caratteristiche analoghe (se non superiori), motivo per cui non ho avuto dubbi nel sceglierne l'immediato acquisto!

Scrivo l'articolo solo adesso perché posso aggiungere le impressioni d'ascolto con gli acquisti collegati all'hi-fi di casa.
Comincio col dire che a suon di spremerlo, il Cambridge Audio è riuscito a riprodurre un CD di cui avevo le tracce salvate in flac sulla micro SD.
Come potevo aspettarmi, ho perso un po' di ariosità attorno agli strumenti e un po' di volume, ma ho guadagnato dimensione del palcoscenico, separazione e dettaglio.
Mettendo pezzi rock si guadagna un impeto che per volontà del produttore, il Cambridge Audio non ha mai avuto.
Ho provato le molteplici soluzioni di collegamento e devo dire che la best-of è un cavo a T auto-costruito composto da un Jack 3,5 mm 90° Neutrik NTP3RC-B, un cavo patch stereo Klotz IY204 e due connettori RCA Neutrik NF2C-B/2 collegato alla line out del Fiio X5 2°gen e direttamente all'amplificatore.
Per questo motivo andrò presto a fornirmi di 4 nuovi connettori RCA Neutrik NF2C-B/2 da collegare a uno spezzone di cavo Reference RMC 01 che mi è avanzato l'ultima volta
Vi farò sapere come suonerà il sistema!
Come dicono gli audiofili, buona musica e alla prossima.
DJ500