venerdì 1 aprile 2011

Flash, mai usato prima d'ora?

Buongiorno a tutti i lettori,
a differenza dei soliti argomenti riguardanti la musica, stasera mi lancio nella fotografia.
Siccome da un po' di tempo a questa parte sul lavoro si discute riguardo all'uso del flash nelle fotocamere reflex, ho fatto diverse prove su cui ho stillato alcuni appunti.
Premetto che mi ha incuriosito tantissimo la spiegazione di questo signore, così ho applicato un po' di tecniche diverse.
Come attrezzatura ho utilizzato la mia camera da letto con le persiane chiuse, la luce del comodino da 40W che rappresenta il sole, la mia fidata Pentax K20D fissata sul cavalletto Manfrotto 758B, Dondi come soggetto, il flash esterno Pentax AF-360FGZ e un taccuino su cui prendere appunti.
Le luci erano due, il lampadario (che mi ha permesso di impostare tutto per bene) e il "sole" da comodino.
Ovviamente il lampadario in fase di scatto era spento.
Il soggetto distava dalla macchina fotografica circa 80 cm e la luce del comodino circa 1,15 m.
Nella prima fase a luce accesa (lampadario) e "sole" spento, ho fatto l'inquadratura impostando lo zoom sui 35 mm e la messa a fuoco su un punto in corrispondenza del soggetto (volutamente decentrato).
Non volendo perdere tempo, ho fatto la messa a fuoco automatica su Dondi e poi ho bloccato in MF su di lui (messa a fuoco manuale).
Ho impostato Iso 100 e il bilanciamento del bianco (WB) su "tungsteno" (va bene anche Auto), la modalità di "scatto singolo", la valutazione dell'esposizione su "multizona" e lo stabilizzatore spento (come sempre sul cavalletto).
La ghiera dei modi ha tra le altre: una voce P che è quasi equivalente ad Auto, una voce M cioè manuale e una voce X che è il sincro flash (non tutte le fotocamere ce l'hanno e in questo caso era ininfluente).
In tutte le foto vedrete un riflesso del "sole", questo è il filtro UV che ho davanti all'obiettivo... consiglio vivamente di toglierlo durante gli scatti notturni con le luci artificiali!
Per comodità abbrevierò le impostazioni delle foto con le logiche descritte di seguito:
Impostazioni fisse che citerò solo sulla prima foto:
  • 35mm = lunghezza dell'ottica;
  • MF = messa a fuoco manuale;
  • EMZ = esposizione multi-zona;
  • Stabilizzatore = OFF;
  • Iso = 100;
  • Modalità pulsante = "scatto singolo".
Impostazioni variabili:
  • 1/30 = tempo di scatto;
  • F4,5 = apertura;
  • P, M, X = modalità della ghiera (programma, manuale o sincro X flash);
  • BB = bilanciamento del bianco (BBT se tungsteno, BBA se automatico);
  • FI = flash integrato (FIA se acceso, FIS se spento);
  • FES = flash esterno montato sulla slitta (FESA se acceso, FESS se spento);
  • FEW = flash esterno wireless (FEWA se acceso, FEWS se spento).
Foto 1: P, 1/30, F4,5, BBT, FIS, 35mm, MF, EMZ, Stab.OFF, Iso 100, Scatto singolo
Dedicata a tutti quelli che credono negli automatismi...

Foto 2: P, 1/45, F4,5, BBA, FIA senza diffusore
Foto 3: M, 1/30, F4,5, BBT, FIS (esposizione per le luci "silouette")
Foto 4: M, 0,5", F4,5, BBT, FIS (esposizione per le ombre)
Foto 5: M, 1/30, F4,5, BBA, FIA senza diffusore
Foto 6: M, 1/180, F4,5, BBA, FIA senza diffusore
Foto 7: X, 1/180, F4,5, BBA, FIA senza diffusore
Foto 8: M, 1/180, F4,5, BBA, FIA con diffusore
A questo punto farei una pausa sulle foto precedenti, tra la 6 e la 8 cambia solo la presenza del diffusore. Pur chiamandosi così è un accessorio diffuso pochissimo, ma di una utilità sconcertante! Con le foto così piccole non si nota tanta differenza, ma la luce diretta e dura del flash integrato crea un effetto molto spiacevole; il diffusore serve ad ammorbidire la luce frenando il lampo e ampliando l'angolo del fascio luminoso. Consiglio vivamente questo accessorio particolarmente sui flash esterni. Si tratta di uno scatolino di plastica bianca da mettere sopra al lampeggiatore, i possessori di Canon e Nikon non avranno problemi a trovarlo ovunque, per Pentax, Olympus e Sony si trova su e-bay e il costo dovrebbe essere appena superiore a € 10,00. In caso contrario è una fregatura!!!

Foto 9: M, 0,5", F4,5, BBA, FIA con diffusore
Ecco un sincro flash su tempi lenti, uno dei miei risultati preferiti!

Foto 10: X, 1/180, F4,5, BBA, FESA in modo PTTL-autozoom con diffusore
Foto 11: M, 0,5", F4,5, BBA, FESA in modo PTTL-autozoom con diffusore
Ora la vita si complica, entriamo nel completamente manuale...

Foto 12: M, 0,5", F4,5, BBA, FESA in modo M-autozoom potenza 1/32 e con diffusore
Foto 13: M, 0,5", F4,5, BBA, FESA in modo M-autozoom potenza 1/1 e con diffusore
Avete mai sentito parlare di foto bruciata? Naturalmente non significa che ci hanno dato fuoco... bensì quello che vedete (esagerato) in questo scatto! Quando il flash è troppo potente o la luce del sole delle ore centrali della giornata entra troppo nel campo di ripresa, allora si parla di foto bruciata! Con i modi manuali si riescono a capire le diverse situazioni di scatto, basta armarsi di pazienza e provare; prima o poi torneranno utili!
E ora benvenuti nel mondo wireless... due flash invece di uno solo, tornando alla realtà c'è bisogno di un assistente sul campo.
A un matrimonio di amici, un fotografo professionista lavorava con due flash, il primo al fianco della macchina e il secondo senza fili in mano all'assistente. Alcune foto in Chiesa sono C-O-M-M-O-V-E-N-T-I!

Foto 14: M, 0,5", F4,5, BBA, FIA con diffusore, FEWA in modo TTL-autozoom con diffusore (montato su un secondo cavalletto lateralmente a Dondi)
Foto 15: M, 0,5", F4,5, BBA, FIA con diffusore compensato a -2.0, FEWA in modo M-zoom manuale 35mm con diffusore (montato su un secondo cavalletto lateralmente a Dondi)
In questo modo, depotenziando il flash integrato, si dà priorità alla luce laterale e si vede sul viso di Dondi e sull'ombra del "sole" da comodino. Cerchiamo ora di modulare quella luce in manuale... vediamo cosa succede...

Foto 16: M, 0,5", F4,5, BBA, FIA con diffusore compensato a -2.0, FEWA in modo M-zoom manuale 35mm con diffusore (montato su un secondo cavalletto lateralmente a Dondi), potenza a 1/32
Foto 17: M, 0,5", F4,5, BBA, FIA con diffusore compensato a -2.0, FEWA in modo M-zoom manuale 35mm con diffusore (montato su un secondo cavalletto lateralmente a Dondi), potenza a 1/1
In ultimo trattiamo un altro argomento ostico... ogni flash moderno ha almeno la possibilità di ruotare la parabola verso l'alto, alcuni possono anche girare di 180°. Cosa serve questa funzione? Per riflettere, quindi ammorbidire, la luce emessa dal flash. Nel mio caso il soffitto bianco distava circa 2 m e mezzo dal flash, quindi non ho giovato di molte differenze, però si possono ottenere ottimi risultati in ambienti con soffitti chiari molto più vicini al soggetto.
Nelle prime due foto, ho utilizzato il pannello riflettente integrato nel flash esterno; per fare ciò ho chiuso il flash integrato e ho messo sulla slitta il flash esterno.

Foto 18: M, 0,5", F4,5, BBA, FESA con pannello alzato ruotato di 90° in modo PTTL-autozoom
Foto 19: M, 0,5", F4,5, BBA, FESA con pannello alzato ruotato di 45° in modo PTTL-autozoom
Foto 20: M, 0,5", F4,5, BBA, FESA ruotato di 60° in modo PTTL-autozoom senza diffusore
Un ultimo consiglio, alla fine di tutte le prove prendete la fotocamera e azzerate tutte le impostazioni... un mio amico ha scattato a Iso 1600 per un giorno intero ottenendo una bella serie di foto piene di grana!!!
Alla prossima,
DJ500